piaceri inaspettati penetrazione anale
  • piaceri inaspettati penetrazione anale

Giacomo si abbandona contro di lei. Strizza le palpebre e geme. «Oh mio dio…» Sgrana gli occhi. «Dio, dio, dio.»L’invocazione si perde in un insieme confuso di vocali. Le vene del cazzo si gonfiano e lo perma scivola tra le dita di Luisa, gocciolando sul pavimento.