Bondage

Il bondage è una branca del BDSM (Bondage, Dominazione, Sadismo, Masochismo). Indica tutte le pratiche erotiche in cui si immobilizza il partner o se ne limitano le capacità sensoriali. Ciò consente al partner dominante di disporre del sottomesso come desidera, dandogli piacere o negandoglielo. Come in tutte le pratiche BDSM, nel bondage è sempre essenziale che ci sia consenso tra le parti.

Il confine tra bondage e abuso è determinato dalle regole SSC, ovvero del “Sano, Sicuro, Consensuale”.

  • Sano: è necessario che sia il dominante sia il sottomesso siano lucidi e consapevoli.
  • Sicuro: eventuali lesioni date da corde e cinghie devono essere passeggere.
  • Consensuale: per giocare, bisogna essere adulti ed entrambi consenzienti. Il consenso dev’essere dato in maniera spontanea, senza costrizioni fisiche o psicologiche.

Per vivere il bondage in “modo SSC” è fondamentale che ci sia comunicazione. Sia chi gioca da dominante sia chi gioca da sottomesso vive certi giochi erotici con grande intensità. Le emozioni sono moltissime e a volte possono sopraffare uno dei due. Per questo motivo, bisogna sempre definire una safe word, una parola di sicurezza. È inoltre importante definire in anticipo i propri limiti. Una volta finita la sessione, è bene ritagliarsi un momento di aftercare, le coccole per tornare dolcemente alla realtà.

Le pratiche BDSM sono più diffuse di quanto non voglia l’immaginario comune. I dati riferiscono che 1 persona su 6 ha fantasie legate alla dominazione e alla sottomissione. Fantasie che 1 persona su 10 mette in atto, con lo scopo di esplorare nuove terre di piacere.